Via Malaspina 177/A e Via della Libertà 193/A   Lun - Dom  9 - 13 // 16 - 19:30

Come Fare Backup iPhone

Come Fare Backup iPhone

Cos’è il Backup dell’iPhone e perché è importante farlo?

Il backup dell’iPhone è una copia di sicurezza della maggior parte dei dati presenti all’interno dello smartphone. Si tratta di un sistema per duplicare e salvare i file, molto importante per salvaguardare i dati che non vogliamo perdere.

Lo smartphone è diventato la nostra memoria virtuale in cui conserviamo qualsiasi cosa, numeri di telefono, immagini e foto, messaggi e tanto altro ancora.

Grazie all’iPhone portiamo con noi in tasca ogni giorno un pezzo della nostra vita e se per un qualsiasi motivo dovessimo perderlo o rovinarlo, potremmo perdere gran parte dei nostri ricordi, che, senza un backup, difficilmente possono essere recuperati.

Grazie al backup l’iPhone crea delle copie dei dati più importanti: un sistema di sicurezza utile nel caso in cui dovessimo cambiare smartphone oppure essere costretti a effettuare un reset dell’iPhone. Tutto quello che viene salvato sulla copia di sicurezza, infatti, può essere recuperato in pochi passaggi.

Ma dove quando faccio il backup dell’iphone dove viene salvato e come posso vedere la copia dei miei file?

Come Fare Backup iPhone

Il backup viene solitamente eseguito su memoria virtuale che Apple chiama iCloud.

iCloud è uno spazio a disposizione di chiunque possegga un dispositivo Apple, in cui è possibile conservare in modo sicuro i dati del proprio smartphone, tablet, computer o smartwatch. Solitamente iOS effettua il backup di default in questo archivio virtuale.

Il backup è sempre fortemente consigliato, non solo perché permette di mettere al sicuro tutti i contatti, tutte le immagini e i video conservati nello smartphone, ma anche perché effettua una copia dei file di sistema del dispositivo, che in caso di guasto improvviso possono essere successivamente recuperati per effettuare il ripristino completo dello smartphone.

Per questo motivo consigliamo di eseguire un backup su iCloud frequente, con una cadenza almeno settimanale per ogni evenienza.

Fare il backup non è complicato, richiede solo un po’ di applicazione e di pazienza, soprattutto se non si è mai fatto o, comunque, non lo si fa da diverso tempo, perché può richiedere diverse ore.

Abbiamo parlato di iCloud come spazio predefinito da Apple per accogliere le copie di backup dei suoi dispositivi, ma questo non è certamente l’unico luogo in cui è possibile conservare i dati dell’iPhone in sicurezza, anzi, esistono diverse procedure per eseguire l’operazione.

In questa guida per fare il backup dell’iPhone ti spiegheremo tutte le procedure da seguire, ma se non hai abbastanza tempo o non dovessi riuscire potrai sempre affidarti a dei tecnici del settore. Presso il centro Riparo Store di Palermo con una spesa di appena 25 euro è possibile avere la certezza che i dati del proprio iPhone vengano messi al sicuro in una copia di backup.

Guida Backup iPhone iCloud

Tutti i possessori di un iPhone hanno a disposizione uno spazio virtuale su cui è possibile fare il backup. Per poterlo utilizzare però prima è necessario creare un account iCloud attraverso un indirizzo e-mail con l’estensione nome@icloud.com, che è anche l’ID Apple necessario per utilizzare tutti i servizi.

Tuttavia se si possiede già un indirizzo e-mail e non se ne vuole creare un altro, Apple dà la possibilità di utilizzare per il proprio ID un indirizzo e-mail con una qualsiasi estensione, senza dover necessariamente crearne uno nuovo.

E’ bene sottolineare che per utilizzare un iPhone è indispensabile creare l’ID Apple, richiesto nel momento del primo avvio, senza il quale lo smartphone non funziona.

Detto questo, per fare il backup su iCloud per prima cosa bisogna cliccare sull’icona delle impostazioni dell’iPhone.
In questa schermata, la prima voce che compare in alto è quella del proprio ID Apple. Basterà cliccare sopra il nome per entrare all’interno della propria area di management, dove si trovano le diverse icone di gestione.
Per effettuare il backup dell’iPhone bisogna scorrere in basso, cliccare sull’icona del proprio dispositivo e inserire la password per l’ID Apple.

Si aprirà la schermata di gestione dell’iPhone in cui si trova l’icona del backup. Se il pulsante di attivazione non è verso destra, scorriamo col dito fino a quando non compare la parte verde: in questo modo attiveremo il backup automatico dell’iPhone.

Tuttavia, possiamo anche scegliere di effettuare il backup manuale dell’iPhone, soprattutto se l’ultima copia disponibile risale a qualche giorno fa e noi abbiamo necessità di averne una recente per salvare dati importanti il prima possibile. Cliccando su ‘esegui backup adesso’, infatti, lo smartphone inizia immediatamente a lavorare per copiare i dati.

Hai avuto problemi di backup iphone non riuscito?

Può capitare che l’iPhone non riesca a fare il backup per “spazio icloud esaurito”, in questo caso è necessario liberare prima la memoria su iCloud.

Per evitare di incorrere in altri errori comuni quando si effettua una copia di backup va specificato inoltre che tutti i dispositivi Apple, quindi anche gli iPhone, eseguono le copie di backup su iCloud esclusivamente quando sono connessi alla rete Wi-Fi e sono inattivi.

Questo significa che è inutile chiedere allo smartphone di eseguire il backup quando ci troviamo fuori da una connessione Wi-Fi oppure quando stiamo utilizzando il telefono, perché non verrà portato a termine. Questo è il motivo per il quale iPhone esegue i suoi backup automatici solitamente nelle ore notturne.

Come capire quando finisce il backup dell’iPhone?

Non viene mostrata nessuna notifica quando lo smartphone ultima il backup ma si può conoscere la data dell’ultimo salvataggio riuscito proprio controllando la schermata di backup, dove Apple indica quando ha potuto effettuare l’ultima procedura completa.

Guida Backup iPhone iTunes

Quali sono le differenze tra backup su itunes e backup su iCloud?

La copia su iCloud dei dati dello smartphone è indubbiamente quella più semplice da utilizzare e da recuperare in caso di bisogno, perché vi si può accedere in qualsiasi momento dal proprio smartphone.

Tuttavia, per dare una ulteriore possibilità di sicurezza, Apple dà ai suoi utenti la possibilità di salvare i dati dei loro device utilizzando iTunes.

iTunes è un software Apple presente come natio sugli iMac, i computer di Cupertino, ma che può essere scaricato come programma di terze parti su tutti gli altri personal computer.

Se non hai un computer Apple devi quindi prima procedere all’installazione di iTunes.

Avvia iTunes e procedi a collegare l’iPhone al computer attraverso il cavo apposito.

Il cavo da utilizzare è quello impiegato solitamente per la ricarica: la parte stretta (lightining) va inserita nello spinotto in basso dello smartphone mentre quella più larga (USB) va inserita nell’apposito alloggiamento del computer.

Il computer dovrebbe riconoscere immediatamente lo smartphone, ma in alcuni casi potrebbe richiedere una procedura di riconoscimento di sicurezza per autorizzare l’accesso ai dati dello stesso.

In quel caso bisogna semplicemente seguire le indicazioni date sullo schermo per completare la procedura.

Quando iTunes riconosce il dispositivo, apre immediatamente una schermata di gestione in cui dà la possibilità di eseguire diverse operazioni tra cui proprio il backup dell’iPhone.

Per fare il backup con iTunes clicca la voce “esegui backup adesso”, in questo modo verrà immediatamente avviata la procedura di copia e salvataggio dei dati dello smartphone.

iTunes è il sistema migliore per fare il backup dell’iPhone sul computer.

Il backup dati con iTunes infatti, a differenza di quanto avviene con la procedura iCloud, viene archiviato sulla memoria rigida del computer e non in uno spazio virtuale.

La copia di backup eseguita tramite iTunes può essere considerata come una copia di emergenza da tenere per qualsiasi eventualità, per tale motivo di consiglia di effettuarla su computer almeno una volta al mese.

Si può anche scegliere di avviare il backup automatico del device con iTunes ogni volta che l’iPhone viene collegato al computer.

Come fare il Backup dell’iPhone Su uno Spazio Virtuale

Questa procedura ricalca quello che è stato spiegato per eseguire il backup sullo spazio virtuale di iCloud ma permette di salvare i dati su un archivio che non è quello di default di Apple.

Sapevi che si può fare anche il backup dell’iPhone su Google Drive?

I motivi per i quali si può scegliere di non utilizzare iCloud e di utilizzare un archivio come Google Drive, sono vari. Tra questi c’è la necessità degli utenti Apple di conservare i contatti, le fotografie e i video in uno spazio che possa essere gestito anche da altri sistemi operativi che non siano iOS.

Infatti, quando si cambia telefono e si effettua il passaggio da un device iOS a uno Android, iCloud non viene gestito da quest’ultimo e se non si ha una copia dei dati su un archivio universale, i file non possono essere in alcun modo recuperati.

Come fare il backup su Drive?

Basta installare l’applicazione di Google Drive nel proprio smartphone Apple, avviare il backup e attendere che questo venga ultimato per avere a disposizione le proprie memorie importanti anche su un archivio universale, assolutamente sicuro e protetto.

Articolo scritto il 23/03/18 Revisionato il 21/11/18

Lascia un commento

× Assistenza